Mercato immobiliare a Praga

Mercato immobiliare a Praga:  Il mattone in Europa sta viaggiano verso quello che possiamo definire in qualche modo un futuro più sereno del recente passato infatti, con il residenziale in testa, è tornato a quella sua vivacità della grande città europea ad esclusione, purtroppo dell’Italia comunque con una grande differenza fra i i vari quartieri della. A vedere recuperi dei prezzi sono infatti le aree centrali con immobili di alta qualità, mentre in periferia e dove la qualità è bassa i valori rimangono bassi .

In questo contesto la ricerca all’investimento interessante, dopo che Londra, Parigi e Berlino hanno visto salire i prezzi in maniera considerevole, prende in considerazione anche capitali “secondarie”.
Tra le città che stanno vivendo una ripresa immobiliare in accelerazione troviamo Dublino  ed Helsimki, anche se mancano in questo caso compratori dal resto dell’Europa. I prezzi viaggiano dai 2000 € al metro quadrato a 5000 euro. Il più economico tra i quartieri che possono interessare un compratore straniero è quello di Ruoholati, nella parte sud occidentale della città e non lontano dal centro, dove il metro quadrato costa da 2.100 a 3000 €.
È lontano ormai il boom degli acquisti degli italiani a Praga, che resta comunque una città interessante. La riqualificazione continua ad un ritmo serrato e quelli che erano fino ad un paio d’anni fa i quartieri più popolari ora sono diventati estremamente lussuosi. Maggior parte degli acquisti vengono fatti dai Russi, tedeschi ed inglesi. Qui vale la pena fare acquisti nel mattone per metterlo a reddito con affitti settimanali. I quartieri interessanti per gli italiani sono intorno al centro. La zona di Smichov, nel distretto di Praga 5, si trova sulla riva est della. La parte più vecchia della città (con i quartieri Castello, Malá Strana e Staré Mesto) fa parte del distretto 1. Il quartiere di Zizkov, ampiamente rivalutato soprattutto nella parte vicina alla più ricca Vihnorady.