Matrimonio a Praga

Matrimonio a Praga

PERCHÉ´ MAI DOVREI SPOSARMI ALL’ESTERO?

I motivi possono essere numerosi e a volte molto personali, ma sicuramente tra questi possiamo inserire al primo posto il desiderio di una celebrazione davvero intima tra due persone che si amano… poi perché magari – nel caso di secondo matrimonio – è preferibile risposarsi lontano da tutti e senza i clamori delle cerimonie nostrane… infine perché si possono semplicemente risparmiare parecchi soldini: le cerimonie complete di documenti partono anche solo da 500 euro, compresi fiori e registrazione in Italia! Davvero nulla in confronto ai costi di un matrimonio tradizionale

————————————————————————————1

I VOSTRI MATRIMONI HANNO VALIDITÀ´ CIVILE ANCHE IN ITALIA?

Certamente si! A seconda della destinazione si può scegliere di sposarsi con rito civile (in quasi tutte le mete ci occupiamo noi di tutti i documenti, inclusa la registrazione in Italia delle vostre nozze) oppure di celebrare un rito locale che avrà quindi valore solo per la coppia. Le indicazioni sui documenti e sulle procedure vengono comunicate una volta scelta la meta.

————————————————————————————-

E SE VOLESSI SPOSARMI CON RITO CATTOLICO?

La Chiesa Cattolica è universale: ci si può quindi ipoteticamente sposare ovunque ci sia una chiesa e un Parroco locale, quindi dovunque nel mondo! Bisogna però chiedere ed ottenere in Italia il nulla osta da parte della propria Diocesi (esattamente come se ci si volesse sposare in un altra parrocchia italiana), e seguire il costo prematrimoniale. In questo caso consigliamo quindi come prima cosa di contattare il proprio Parroco per verificare la sua disponibilità a darvi il nulla osta, mentre per quanto riguarda i contatti locali e la cerimonia in chiesa sarà nostra cura occuparci di tutti i vari dettagli.

————————————————————————————-

MA DOPO QUANTO TEMPO RISULTEREMO REGOLARMENTE SPOSATI?

Secondo la giurisprudenza della Suprema Corte I matrimoni celebrati all’estero hanno immediata validità nel nostro ordinamento qualora risultino celebrati secondo le forme previste dalla legge straniera: la trascrizione in Italia assume quindi un valore meramente certificativo. Questo significa che a tutti gli effetti il matrimonio è immediatamente valido, anche se ai fini della richiesta di ogni certificato civile bisogna ovviamente attendere fino alla sua registrazione! i tempi di registrazione variano da 1 a 3 mesi e da paese a paese.

————————————————————————————-

POTETE ORGANIZZATE SOLO LA CERIMONIA?

No, le nostre cerimonie vengono organizzate solo all’interno del viaggio di nozze per garantirvi la massima cura e attenzione fin dalla partenza, in modo da occuparci direttamente di ogni aspetto organizzativo e burocratico (e da togliervi ogni pensiero!)…

————————————————————————————-

QUANTO TEMPO PRIMA CONSIGLIATE DI PRENOTARE?

I tempi variano molto in base al paese, normalmente 4/6 mesi prima è il giusto tempo per fruire anche delle migliori tariffe aeree e della disponibilità nelle strutture e nelle spiagge più richieste. Per date particolari (come 12/12/12 per esempio ) si consiglia invece di procedere almeno 8/9 mesi prima della data ipotizzata.

————————————————————————————-

MA SE VOLESSIMO PORTARE ANCHE I GENITORI O QUALCHE AMICO?

Naturalmente nessun problema! Poiché seguiamo anche il vostro viaggio, basta semplicemente trovare la sistemazione ideale anche ai vostri ospiti (spesso in hotel o blocchi di camere ben separate da quelle degli sposi!) che prenderanno parte alla cerimonia come testimoni o invitati. Il vostro soggiorno potrà poi proseguire o estendersi in modo diverso dai vostri invitati, per regalarvi una luna di miele in coppia davvero da sogno in piena sintonia di coppia!

————————————————————————————-

COME VENGONO CELEBRATI I VOSTRI MATRIMONI?

La cerimonia cambia molto a seconda della destinazione prescelta… nel principio però ci si sposa sempre con un Ufficiale Civile locale e davanti ad almeno due testimoni (in assenza di vostri invitati il compito viene svolto dai nostri assistenti), che celebrerà secondo il rito locale in ceco (i nostri assistenti possono naturalmente seguirvi anche nell´eventuale traduzione durante la cerimonia)… contattateci naturalmente per i dettagli di ogni cerimonia, destinazione per destinazione.

————————————————————————————-

POSSIAMO DECIDERE NOI L´ALLESTIMENTO E I PLUS DELLA NOSTRA CERIMONIA?

Certamente si! Ogni nostra cerimonia è completamente personalizzabile in base ai vostri desideri ed ai vostri sogni! Dall´allestimento floreale al bouquet, dalla musica al fotografo, dai trasferimenti per la sposa all’abito locale, tutto viene studiato e concordato con voi e per voi! Questo è il modo di operare di Viaggi di nozze network!

————————————————————————————-

MA UNA VOLTA IN LOCO COME FUNZIONA, A CHI MI RIVOLGO?

Ad accogliervi (e a rasserenarvi sul vostro prossimo matrimonio!) troverete i nostri assistenti e/o la nostra wedding planner locale, che avrà cura di illustrarvi ogni dettaglio e di decidere insieme a voi gli ultimi ritocchi alla cerimonia. E´ però da tenere presente che lo standard dei servizi offerti potrebbe essere diverso da quello italiano, soprattutto in paesi tropicali o in isole piccole: ci raccomandiamo quindi di scegliere bene insieme a noi la vostra meta considerando anche questo aspetto, per far si che il vostro matrimonio dei sogni sia sempre pari alle vostre aspettative.

————————————————————————————-

PERCHÉ DOVREI AFFIDARE PROPRIO A VOI L´ORGANIZZAZIONE DELLA CERIMONIA E DEL VIAGGIO?

Perché siamo gli unici che si dedicano solo a lune di miele con matrimonio all’estero: da noi non c´è tempo per last minute o voli low cost, perché lavoriamo solo con voi sposi e su appuntamento, in modo da ascoltare davvero i vostri desideri e seguirvi sempre al meglio fino alle nozze. E poi perché dopo oltre 10 anni di esperienza e tanti, tantissimi matrimoni abbiamo una struttura di professionisti e di corrispondenti rodata e professionale, per cerimonie mai improvvisate e sempre senza sorprese! E poi magari anche perché noi non abbiamo bisogno (contrariamente ad altri) di sparlare dei nostri concorrenti: ci basta lavorare con professionalità, e fare in modo che per noi parlino le tantissime coppie che si sono affidate a noi negli anni.

————————————————————————————-

COME POSSO PRENOTARE CON VOI?

Prepariamo preventivi personalizzati e fotografici ricchi di tutte le informazioni relative al vostro viaggio e al vostro matrimonio. Nessun problema quindi se non avete modo di raggiungerci per un appuntamento, lavoriamo con coppie di tutta Italia senza alcun problema, inviandovi contratti di viaggio regolamentati per legge, e spedendovi poi i documenti di viaggio con corriere espresso.

 

Matrimonio a Praga

Matrimonio a Praga  rappresenta per tantissime coppie un sogno. Con noi è possibile organizzare un matrimonio indimenticabile, pensato su diversi budget per tutte le tasche. Siamo interpreti giurati dove le nostre  traduzioni hanno valore giuridico. Per ulteriori informazioni potete visitare anche il sito

In Repubblica ceca non c’è la necessità di fare le pubblicazioni del matrimonio. Tutto il procedimento è molto facile.

Nel Caso in cui ci si siano due CITTADINI ITALIANI DAVANTI LE AUTORITÀ LOCALI – mediante RITO CIVILE, serve:

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA DAL COMUNE DI RESIDENZA DEGLI SPOSI:

  1. Atto di nascita di entrambi sposi rilasciato dal comune in cui si è nati con apostille dalla prefettura
  2. certificato contestuale di residenza, di cittadinanza e di stato libero rilasciata dal comune di attuale residenza con apostille dalla prefettura

  3. documento d´identità valido (passaporto)

  4. nulla osta alla celebrazione del matrimonio rilasciato dall’Ambasciata, vedi sotto

  5. sentenza di divorzio passata in giudicato con apostille (se divorziati)

  6. atto di morte del coniuge se vedovi con apostille (se vedovi)

Tutti i documenti devono essere qui tradotti in lingua ceca e devono essere consegnati al comune 1-2 mesi prima del matrimonio.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA DALL’AMBASCIATA

Un Cittadino Italiano che intenda sposarsi davanti alle autorità della Repubblica Ceca deve richiedere all’Ambasciata (circa un mese prima del matrimonio) il Nulla Osta alla celebrazione del matrimonio (osvedceni o pravni zpusobilosti k uzavreni manzelstvi). Per ottenerlo sono necessari i seguenti documenti:

  • Estratto dell’atto di nascita (in cui compaiano i nomi dei genitori) rilasciato dal competente Comune Italiano (o di iscrizione AIRE) apostillato dalla competente Prefettura e tradotto in ceco da un traduttore giurato.

  • Certificato contestuale o cumulativo (che comprende Cittadinanza, Residenza e Stato Libero) rilasciato dal Comune Italiano di residenza (o di iscrizione Aire), apostillato dalla competente Prefettura e tradotti in ceco da un traduttore giurato. N.B. Gli iscritti all’AIRE possono chiedere questa certificazione (nella forma dei tre distinti certificati di stato libero, cittadinanza e residenza e dietro pagamento dei rispettivi diritti consolari) direttamente in Ambasciata: in questo caso le autorità locali li accetteranno anche senza l’apposizione dell’ apostille.

il suddetto documento (osvědčení o pravní způsobilosti k uzavření manželství viene rilasciato in lingua ceca.

Una volta celebrato il matrimonio, sarà necessario richiederne la trascrizione in Italia tramite l’ambasciata del certificato di matrimonio (oddací list) rilasciato dal competente ufficio ceco (matrika), timbrato dal Comune Superiore (Krajský Úřad)* ed apostillato dal Ministero degli Affari Esteri Ceco che andrà presentato insieme al modulo preposto ed un documento di riconoscimento alla Cancelleria Consolare.

Questo si può fare anche tramite procura.

Matrimonio in Municipio della città vecchia

– il posto più romantico di Praga nel cuore della antica città per sposarsi, potrete sentire le campane, proprio sotto l´orologio famoso….dove sono successi tutti gli eventi importanti della Boemia….

Praga è una città estremamente romantica e la città vecchia è un posto ottimo per sposarsi. Vi sembrerà un matrimonio celebrato in un tuffo nel passato.

Le celebrazioni si tengono nei giorni di martedì, giovedì, venerdì e sabato – bisogna chiaramente prenotare per tempo l’evento.

Costo netto di cerimonia: 3000 CZK nei giorni lavorativi, 4000 CZK il sabato.

Vi possiamo organizzare il matrimonio dall’inizio alla fine

– dal vostro soggiorno a Praga ai fiori per la cerimonia al pranzo di nozze, gita in carrozza, fotografo, transfer per gli invitati e assistenza personale durante ogni minuto delle vostre nozze.

 

Fonte: Ministero degli affari esteri.

1. PUBBLICAZIONI  

La celebrazione del matrimonio deve essere preceduta dalle pubblicazioni eseguite a cura dell’ufficiale dello stato civile.
Esse hanno sei mesi di validità. Il matrimonio può essere celebrato a partire dal 4° giorno ed entro il 180° giorno successivo alla pubblicazione.
Nell’ipotesi in cui i nubendi siano impossibilitati a presentarsi di persona a richiedere le pubblicazioni, essi  possono incaricare una terza persona a mezzo di procura speciale redatta su carta semplice e munita della copia dei loro documenti di identità in corso di validità.
Per il cittadino extra-UE non residente in Italia, la firma dovrà essere autenticata.

A) MATRIMONIO DA CELEBRARE DAVANTI ALL’AUTORITÀ CONSOLARE ITALIANA NEI CASI PREVISTI DALL’ART.12 DEL D. LGS. 71/2011.  

Preliminare alla richiesta di pubblicazioni è l’istanza di celebrazione del matrimonio consolare, sottoscritta da entrambi i nubendi, che può essere presentata di persona all’Ufficio consolare ovvero inviata per posta, fax o email accompagnata dalla fotocopia dei documenti di identità.
Ai sensi del D. Lgs. 71/2011, la celebrazione del matrimonio consolare può essere rifiutata quando vi si oppongano le leggi locali o quando le parti  non  risiedano nella circoscrizione.
Qualora l’Ufficio consolare accolga l’istanza (in quanto ne ricorrano i requisiti previsti dalla normativa) i nubendi dovranno procedere alla richiesta delle pubblicazioni.

  1. Se entrambi i nubendi (cittadini italiani) hanno la residenza all’estero, le pubblicazioni di matrimonio vanno richieste ed effettuate presso la Rappresentanza diplomatica o consolare dove sarà celebrato il matrimonio (se i nubendi risiedono in due circoscrizioni consolari diverse, le pubblicazioni vanno effettuate presso entrambe le Rappresentanze diplomatiche o consolari).
  2. Se uno dei nubendi (italiano o straniero) ha la residenza in Italia mentre l’altro (cittadino italiano) ha la residenza all’estero, le pubblicazioni di matrimonio vanno richieste alla Rappresentanza diplomatica o consolare dove sarà celebrato il matrimonio, che a sua volta le richiederà al Comune di residenza in Italia. Le pubblicazioni verranno pertanto effettuate in entrambi i luoghi di residenza.
  3. Se il nubendo italiano ha la residenza in Italia mentre l’altro cittadino straniero ha la residenza all’estero, le pubblicazioni di matrimonio possono essere richieste:
    – al Comune di residenza in Italia ed ivi effettuate. In tale caso il Comune rilascerà la delega (Art. 109 del codice civile) per la celebrazione del matrimonio presso la Rappresentanza diplomatica o consolare all’estero;
    – oppure alla Rappresentanza diplomatica o consolare all’estero che procederà come indicato al punto 2.
  4. Se i nubendi sono entrambi residenti in Italia, le pubblicazioni di matrimonio vanno  richieste al Comune di residenza ed ivi effettuate (se i nubendi risiedono in due Comuni differenti le pubblicazioni verranno effettuate in entrambi i Comuni). Il Comune rilascerà la delega ex art. 109 del Codice Civile per la celebrazione del matrimonio presso la Rappresentanza diplomatica o consolare.

B) MATRIMONIO DA CELEBRARE IN ITALIA 

I nubendi italiani residenti all’estero debbono richiedere le pubblicazioni di matrimonio alla Rappresentanza diplomatica o consolare italiana nel cui schedario consolare risultano iscritti. La Rappresentanza consolare, una volta eseguite le pubblicazioni, delega alla celebrazione il Comune italiano indicato dagli interessati (art. 109 del codice civile).
DOCUMENTAZIONE A CORREDO DELLA RICHIESTA DI PUBBLICAZIONE DI CUI AI PUNTI A) E B).

I nubendi devono presentarsi di persona presso l’Ufficio consolare muniti di un documento di identità in corso di validità al fine di rendere le dichiarazioni di cui all’art. 51, comma 1, del DPR 396/2000 (richiesta di pubblicazione).
Nell’ipotesi in cui i nubendi siano impossibilitati a presentarsi di persona a richiedere la pubblicazione, essi  possono incaricare una terza persona a mezzo di procura speciale redatta su carta semplice e munita della copia dei loro documenti di identità in corso di validità.

Lo sposo cittadino straniero deve presentare obbligatoriamente il nulla osta al matrimonio ex art.116 Codice civile debitamente legalizzato e tradotto in italiano o il certificato di capacità matrimoniale rilasciato dalle competenti autorità del Paese di cui è cittadino al momento della richiesta delle pubblicazioni, oppure inviarlo successivamente per posta ordinaria.

Nel caso in cui il nubendo sia un cittadino di uno Stato non appartenente alla UE e non residente in Italia, oltre al nulla osta, dovrà essere presentata anche la restante documentazione comprovante i requisiti richiesti dall’art. 51, trattandosi di atti formati all’estero non registrati in Italia o presso un’autorità consolare italiana.
Gli Stati che hanno aderito alla Convenzione di Monaco del 5 settembre 1980 e che rilasciano il “certificato di capacità matrimoniale” sono  i seguenti: Austria, Belgio, Italia, Germania, Grecia, Lussemburgo, Moldavia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svizzera, Turchia. I certificati rilasciati in base a tale Convenzione sono esenti dalla  legalizzazione o da qualsiasi formalità equivalente nel territorio di ciascuno Stato parte.
Per gli altri  Stati si parla di nulla-osta.
Parimenti i nubendi, nelle ipotesi previste dall’art 52 DPR 396/2000, possono presentare copia del provvedimento di autorizzazione al matrimonio concessa dal tribunale in presenza di un impedimento al momento della richiesta delle pubblicazioni, oppure inviarlo successivamente per posta ordinaria.

C)  MATRIMONIO DA CELEBRARE DAVANTI ALL’AUTORITÀ LOCALE STRANIERA


Il cittadino italiano che contrae matrimonio presso uno Stato estero non è soggetto alle pubblicazioni di matrimonio, a meno che le stesse non siano richieste dalla legislazione straniera.
In alcuni casi l’Autorità estera richiede una certificazione attestante la capacità matrimoniale del connazionale oppure un nulla osta.

Gli Stati che hanno aderito alla Convenzione di Monaco del 05 settembre 1980 e che richiedono il “certificato di capacità matrimoniale” sono  i seguenti: Austria, Belgio, Italia, Germania, Grecia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svizzera, Turchia. Esso viene rilasciato dall’Ufficio di Stato civile del proprio Comune di residenza ed è esente da legalizzazione. Nel caso di residenza all’estero il certificato è rilasciato dal Consolato competente. Per gli altri  Stati si parla di nulla-osta.

La richiesta dei documenti di cui sopra va presentata alla Rappresentanza diplomatica o consolare italiana nel Paese estero di residenza compilando una dichiarazione sostitutiva di certificazione che contenga tutte le informazioni necessarie per il rilascio del certificato richiesto, unitamente ad un documento d’identità in corso di validità.

La Rappresentanza, effettuati i dovuti accertamenti ed acquisiti d’ufficio i documenti previsti dalla legge e quelli che riterrà necessari per provare l’inesistenza di impedimenti, rilascerà il documento richiesto.

Qualora il cittadino risieda in Italia, la competenza è del Comune.

2. TRASCRIZIONE DELL’ATTO DI MATRIMONIO

Il matrimonio celebrato all’estero per avere valore in Italia deve essere trascritto presso il Comune italiano competente.

L’atto di matrimonio in originale emesso dall’Ufficio dello Stato Civile estero, debitamente legalizzato e tradotto (v. sezione Traduzione e Legalizzazione dei documenti), dovrà essere rimesso, a cura degli interessati, alla Rappresentanza consolare che ne curerà la trasmissione in Italia ai fini della trascrizione nei registri di stato civile del Comune competente.

In alternativa il connazionale potrà presentare l’atto, debitamente legalizzato e tradotto, direttamente al Comune italiano di appartenenza (vedi art. 12, comma 11, DPR 396/2000).

Gli atti rilasciati dai Paesi che hanno aderito alla Convenzione di Vienna dell’8 settembre 1976, che prevede il rilascio di un modulo plurilingue,  sono esenti da legalizzazione e da traduzione. Tali Paesi sono: Austria, Belgio, Bosnia e Erzegovina, Croazia, Francia, Germania, Italia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Montenegro, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera e Turchia.